domenica 27 settembre 2015

trekking sul M.Semprevisa, 1536m (Lepini)

trekking sul M.Semprevisa, 1536m (Lepini)

in mancanza delle più ambite vette appenniniche, medicina per lo spirito, ma soprattutto per il fisico,  mi sono regalato, in barba alle per niente promettenti previsioni meteo, un' altra sgambatina sul Semprevisa.

Si Potrebbero seguire diversi sentieri per arrivare su, ma a me piace questo e quando posso  senza ripensarci 2 volte,  mi dirigo su, verso la
 ripida Acqua mezzavalle... con 1a tappa Sella ...


Da qualche tempo ormai qui vive un bel esemplare di gheppio, ma ahimè oggi non si e' fatto fografare...

poi si arriva alla Schiazza de Paolone


fino ad arrivare sulla cresta sommitale ..



Immancabile, nascosta tra la nebbia , la vetta...






Anche con le nubi che incombevano su di noi , ci siamo concessi un rigenerante spuntino, una chiacchierata con i trekkers incontrati in vetta, nonche',tramite radio con l'amico Massimiliano di Priverno ed altri trekkers in escursione dalle parti di Sonnino...e poi via..direzione  Colobrella, la sua bellezza quasi fiabesca, con le sue insidie...



per finire alla Fonte di Sanbuco...


e constatare che "qualcuno" abbia avuto la bella pensata di rompere il parapetto del muro ..


e un faggio sia cascato sopra un tasso centenario (se non millenario), spezzandolo, ma non abbattendolo definitivamente, dandogli una speranza di sopravvivenza...



per terminare l'escursione addentrandosi nel sentiero dei Briganti fino a raggiungere Pian delle Faggeta...



Alla prossima...by nuvolachedanza!


lunedì 14 settembre 2015

Sul Rifugio di Forca Resuni,1952mt per la Val di Rose (PNLAM)

Sul Rifugio di Forca Resuni,1952mt per la Val di Rose (PNLAM)


Ormai classica escursione quella al rifugio Forca Resuni... e dintorni... salendo per la Val di Rose .
Arrivati a Civitella Alfedena, durante la colazione, la notizia che qualche minuto prima, quasi contemporaneamente, un cervo maschio correva nel paese mentre un orso tranquillamente si aggirava indisturbato, ci ha dato la giusta carica ed entusiasmo per affrontare l'impegnativa risalita della val di rose fino a passo cavuto...

 Ma iniziamo con il racconto fotografico della giornata...

il sentiero sale subito ripidamente fino ad inoltrarsi dentro un bellissimo bosco di faggi...




in lontananza, Cima di Passo Cavuto ...



in prossima del passo cavuto, l'immancabile gruppo di camosci, come sempre, ci attende...









Arrivati a Passo Cavuto, raggiungendo la sua cima... uno sguardo va al Petroso e la sua anticima...


Al Capraro e Balzo della Chiesa...


ai camosci che mi osservano, mantendosi sempre ad una distanza di sicurezza...



al M. Sterpi d'Alto ...




...ancora foto a 360°



( M. Iamiccio)







Ripartiamo subito diretti al rifugio...



(M. Amaro di Opi)


che raggiungiamo in breve tempo...


Dopo una breve sosta, con vista sul lago di Barrea...


salutiamo Petrosello, Anticima e M. Petroso...


M. Capraro ...





e Balzo della Chiesa(cima mancata)



e raggiungiamo nuovamente passo Cavuto, notando, ahimè, la presenza di un'aquila "appollaiata" sul Balzo della Chiesa ...



poi si torna giù... salutiamo i nostri amici camosci...









6h50 di cammino veramente appaganti, e come sempre, con piedi e schiena doloranti, un altro caffè al bar ...e vai...si riparte!!!

alla prossima !!!

by nuvolachedanza